sabato 22 marzo 2014

CRISTO, DE ANDRE', ABBADO E ABREU

LA RIVOLUZIONE DI GESÙ CRISTO ..

Quando scrissi la buona novella era il 1969. Si era quindi in piena lotta studentesca, e le persone meno attente [...] considerarono quel disco come anacronistico. Mi dicevano: « Come, noi andiamo a lottare dentro l’ università, fuori dall’ università contro abusi e soprusi,e tu invece ci vieni a raccontare la storia [...] della predicazione di Gesù Cristo? ». E non avevano capito che in effetti la buona novella voleva essere un’ allegoria; era una allegoria, che si precisava nel paragone fra le istanze migliori e più sensate della rivolta del Sessantotto. Istanze, da un punto di vista spirituale, sicuramente più elevate, ma da un punto di vista etico-sociale direi molto simili, che un signore, 1969 anni prima, aveva fatto contro gli abusi del potere, contro i soprusi dell’ autorità in nome di un egualitarismo e di una fratellanza universale. Si chiamava Gesù di Nazareth, e secondo me è stato ed è rimasto il più grande Rivoluzionario di tutti i tempi. Fabrizio De André

https://www.youtube.com/watch?v=Ag40iyr5Y_I