sabato 28 novembre 2015

LA MISERIA DEL LAVORO SOCIALE

Prendo spunto da Civati 

Dalla mia esperienza :
gli educatori (spesso bilaurea) lavorano su turni (compresi sabati, domeniche e spesso feste comandate). Se in comunità per minori possono fare, oltre alle 38 ore settimanali canoniche, fino a 3 notti passive (cioè gratis, a settimana). Per 1000 euro circa al mese. E questi sarebbero i garanti del sociale, coloro che sanano le situazioni di disagio...

Ma infondo non ci lamentiamo tanto delle condizioni personali quanto del dover fare un lavoro con poche consulenze, poca formazione, poca supervisione, poche risorse, a tutto danno degli utenti che, in considerazione della loro condizione meriterebbero davvero di più.





Ora mentre negli Stati Uniti si dibattito sul salario orario minimo da garantire a ciascun lavoratore (con Sanders che propone di alzarlo in modo notevole, pensando ai working poors ), qui da noi si blatera del superamento della retribuzione orari...