giovedì 5 febbraio 2015

Facilissimo accenno al transfert e alle proiezioni


Cos'è il transfert? Posso rappresentarlo come un fascio di proiezioni che a poco a poco s'ingrossa, si rafforza e dura nel tempo. 

 mia parte più borghese e sposata o in un'altra amica un fare invadente e aggressivo che in me stento a riconoscere e in un amico insegnante di greco vedo l'amore con cui studiai il greco in gioventù mentre ora lo ricordo appena.

E che male c'è?

Dipende, dipende dall'intensità, dalla quantità, dalla volatilità di queste proiezioni e soprattutto dal fatto che ne siamo almeno in parte consapevoli e cerchiamo di controllarle oppure no.

Infatti dalle proiezioni possono nascere i seguenti problemi:

1 - La mia percezione dell'alunna, della cagnolina, dell'amico, dell'amica ecc. è più o meno gravemente alterata perché l* vedo attraverso il filtro delle mie proiezioni che ne distorcono la figura come fanno gli specchi deformanti, solo che non me accorgo e sono convinta di vederci bene.

2 - La persona in cui ho proiettato una parte di me ne diventa il contenitore, e la sorte della parte di me che ho proiettata dipende dal comportamento di questo contenitore che dunque per le mie aspettative più o meno inconsce dovrebbe essere il comportamento che voglio io. E se la persona, come è giusto e naturale, non si presta a fare da docile contenitore delle mie proiezioni, di cui a volte poco o nulla sa, e agisce a modo suo, io mi arrabbio, o resto delusa o mi sento tradita e magari l'accuso di non corrispondere alle mie fantasticherie.

Insomma, in sostanza la proiezione, e a maggior ragione il transfert, possono generare parecchi guai, ma sono anche parte abituale della comunicazione e anzi sono una spinta a cercare di comunicare perché rendono certe persone attraenti per noi.

Poi bisogna vedere se, quanto e come l'altra persona entra, inconsciamente o no, in questo gioco con le sue proprie proiezioni nei nostri confronti, con le sue risposte alle nostre, in un intrico da cui può diventare difficile sciogliersi da entrambe le parti. Ma allora si passa dalla proiezione all'identificazione proiettiva, al controtransfert, al cotransfert, concetti più complicati che forse cercherò di trattare se qualche commento andrà in questa direzione, ciao.